In cima alla collina dei testimoni, il castello si affaccia sul sito di Écouen e offre una vista panoramica sulla città e sulla Plaine de France, quindi ne approfitto per fare un selfie.

In piena stagione primaverile e il sole decente punta la punta del naso, mi concedo una piccola passeggiata all'aria aperta e scelgo di scoprire il parco del castello. Il percorso proposto nell'opuscolo "Un castello - Una foresta" mi ha fatto fortemente desiderare poiché mi fa passare da quasi tutti i vicoli del dominio.

Comincio il percorso sulla strada per l'ala ovest del castello e scopro dall'angolo preciso della terrazza sud un magnifico acero con foglie con venature palmate. Più avanti, posso vedere il giardino con i tassi potati in un ars topiaria. Poi prendo la direzione del piccolo vicolo del teatro verde per apprezzare le rotonde dei platani.

ecouen park bush

Ritorno al vicolo principale, l'Allée Princesse, dove sono piantati sontuosi castagni e un po 'più a destra delle panchine: gli incanti. Passeggiando lungo questo vicolo, ho potuto ammirare splendidi rododendri e persino fragole dai boschi! Mi sono anche lasciato tentare da due o tre fragole e ho ripreso il mio viaggio.

Giro la testa da sinistra a destra per non perdere nulla di tutta questa flora. Giro la testa a destra, scopro un faggio, giro la testa a sinistra, vedo l'agrifoglio e quando mi fermo di fronte, vedo la rientranza nel muro della tenuta. Nell'opuscolo, si spiega che era il sito storico del famoso telegrafo di Chappe costruito alla fine del 18esimo secolo. Per ulteriori informazioni, mi viene detto di andare all'Ufficio del Turismo.

All'incrocio di questo vicolo, noto un maestoso castagno con quattro tronchi, non pensavo potesse esistere, mi piaceva così tanto che ho fatto una foto per alimentare il mio Instagram!

Mi dirigo verso la fontana, chiamata "Fontaine Hortense" perché è stata offerta all'istituzione della Legione d'Onore dal fratello della regina Hortense (Principe Eugène de Beauharnais) nel 1810. L'Euforbia e un letto di primula confina con questa parte del parco e la fontana.

Continuo la mia passeggiata affondando nel sottobosco e mi ritrovo di fronte alla quercia mancata, che è davvero un po 'speciale con una specie di cerchio sul tronco. Riprendo a camminare e mi ubriaco dell'odore della foresta e dei fiori lungo la strada, come il mughetto con le sue campane bianche, le campanule dei boschi viola e gli anemoni di cervo bianchi e gialli.

mughetto castello parco di ecouen

Finalmente arrivo all'Allée du Luat dove mi aspettano superbi tigli con foglie a forma di cuore, l'alburno di tiglio è anche conosciuto come una pratica medicinale. La fine del mio viaggio si sta avvicinando prima di vedere con gioia altre fragole fragole e permettermi ancora una volta di raccogliere delle fragole!

Infine, mi dirigo verso la terrazza del ristorante "Al tavolo dei re", mi siedo a un tavolo sorseggiando succo e assaggiando queste deliziose fragoline di bosco, mentre mi godo il sole e una leggera brezza di fronte la pianura della Francia.