Villaggio atipico di 2 abitanti (censimento 883), Roissy-en-France non ha aspettato che l'aeroporto scrivesse la sua storia.

La parte agricola di origine gallo-romana resistette all'espansione di Aeroporto di Parigi Roissy Charles de Gaulle. Un angolo di umanità dove ogni testimonianza del passato è meticolosamente protetta e restaurata. L'ufficio turistico si trova tra queste due aree: il centro del paese, un'area preservata con il Parco dei 5 continenti, e i resti dell'antico castello che convivono con i tanti hotel.

Un po 'di storia


Un destino legato a quello dell'aeroporto

Alla fine degli anni '1950, i gestori degli Aéroports de Paris prevedevano una notevole espansione del traffico aereo e la rapida saturazione delle piattaforme di Le Bourget e Orly. Era necessaria la costruzione di un nuovo aeroporto.

Nel 1964, il governo ha deciso di costruire questo nuovo aeroporto.
Le 8 marzo 1974, dopo anni di lavoro, Aeroporto di Parigi-Charles de Gaulle viene messo in servizio e diventa il più grande aeroporto d'Europa per superficie. Quell'anno nessuno immaginava che persone da tutto il mondo avrebbero pronunciato il nome di questo villaggio.

Nonostante questo grande sconvolgimento, il villaggio di Roissy-en-France rimane un tipico villaggio dell'Ile-de-France di 2 abitanti, ma riceve 883 milioni di passeggeri ogni anno.

Nel 1976, un anno e mezzo dopo l'inaugurazione dell'aeroporto di Parigi Roissy Charles de Gaulle, il primo hotel ha aperto i battenti al numero 1 di Allée du Verger. Stava nascendo una nuova era economica. Si aprirono nuove possibilità ma con molte difficoltà da aggirare.

Riabilitazione e sviluppo del villaggio

Nel 1977, questa osservazione ha spinto il nuovo comune guidato da André Toulouse (sindaco di Roissy-en-France) di adottare diverse misure:

  • Ottenere un POS (Land Occupancy Plan), un programma immobiliare di cento unità abitative nel centro cittadino, che consenta la creazione di un tessuto urbano più coerente nel villaggio. Gli alloggi antigienici vengono gradualmente eliminati per fornire alloggi dignitosi agli ex lavoratori agricoli. Queste costruzioni hanno comportato una revisione completa della fornitura di acqua potabile del villaggio e dei suoi servizi igienico-sanitari. Una nuova perforazione è stata quindi eseguita nel 1978.
  • In 1980, il complesso sportivo di Tournelles viene creato e poi sviluppato.
  • L'OPAH (Programmed Operations for the Improvement of the Habitat) sovvenziona ilper riabilitare il vecchio edificio. Pertanto, incoraggiamo i proprietari a rinnovare il villaggio mantenendo il suo carattere.
  • Nel 2003, il Comune ha istituito, per pubblicizzare il dinamismo del settore, l'Ufficio del Turismo di Grand Roissy.
  • Dal 2013, l'Ufficio del Turismo di Grand Roissy è titolare del Marchio Turismo di qualitàTM. Questo è l'unico marchio statale assegnato ai professionisti del turismo. Anzi, li premia per la qualità della loro accoglienza e dei loro servizi.
  • Dal 2016, la classificazione dell'Ufficio del Turismo nella categoria I ha contribuito alla classificazione di Roissy-en-France en Località turistica. Nel 2018, per effetto della fusione-assorbimento, la classificazione di categoria 1 dell'Ufficio (già Roissy Clé de France) e la proprietà del marchio Qualité Tourisme sono state estese a nuovo Ecouen ILO et Lucerche.


Scopri qui il cartina turistica del villaggio di Roissy-en-France

Trovate qui maggiori informazioni sulla vita del villaggio.

Andare oltre

I nostri altri territori